martedì 12 giugno 2012

BARCELLONA POZZO DI GOTTO: VOGLIAMO VOLTARE PAGINA COMINCIANDO DALLA PULIZIA?

Stamattina, mentre  transitavo lungo le strade della città, mi ha sorpassato una delle tanto decantate macchine spazzatrici. La prima che ho vista in circolazione, da quando - come si suol dire - a Barcellona s'è voltato pagina.
Dove e per fare che cosa si stesse dirigendo non so: so soltanto però che - nonostante la presenza in città di un tale "mezzo", le strade continuano ad essere orrendamente sporche e le erbacce infestano non pochi angoli di parecchi marciapiedi.
Non che si potesse sperare che, avendo cambiato amministrazione, da un giorno all'altro si potesse cambiare il volto della città, o che si potesse almeno riuscire ad organizzare una certa pulizia nelle sue strade.
Per carità nessuno crede più alle fate con la bacchetta magica, neppure i bambini più piccini.
Quindi, niente Maria Teresa Fata, come orco non era chi l'ha preceduta: ma ciò non impedirà di farci sperare che chi le sta accanto, col compito di salvaguardare l'igiene cittadina, si sia reso conto della necessità di far capire all'impresa appaltatrice del servizio RSU che deve garantire lo spazzamento quotidiano delle strade e dei vicoli, perché la gente vuole e deve vivere in condizioni decorose e non offensive della salute.
Tante piccole cose può e deve fare il Comune per mantenere igiene e dignità in città: a cominciare dalla vigilanza fino ad arrivare alla manutenzione per il diserbamento, alla proibizione dello sparpagliamento di materiale pubblicitario, alle multe per chi continua col pessimo vizio di ingombrare i cassoni con scatoloni di cartone neppure ripiegato, e così via...
Ma è proprio necessario che spetti proprio a barcellonablog indicare  le cosucce che modestamente tocca fare a chi ci amministra?
Sarebbe il colmo....

5 commenti:

Vanni Zagara ha detto...

Se non si mette in moto e si carbura la macchina organizzativa degli uffici comunali,difficilmente avremo sindaci con la bacchetta magica.

Luigia Pino ha detto...

A mio avviso dovremmo un po tutti rispolverare la nostra educazione per farne fulcro di vita per i nostri figli. Troppe volte assistiamo impotenti a scene di concittadini incivili che seminano per strada l.immondizia e nonostante poi sentenziamo circa la mancata pulizia della nostra città non siamo in grado di arginare il fenomeno della indifferenza. Vorrei solo auspicare che riusciamo a svegliarci da questo sopore ed iniziamo ad imparare che la pulizia nella nostra città inizia da noi stessi.

Luigia Pino ha detto...

A mio avviso dovremmo un po tutti rispolverare la nostra educazione per farne fulcro di vita per i nostri figli. Troppe volte assistiamo impotenti a scene di concittadini incivili che seminano per strada l.immondizia e nonostante poi sentenziamo circa la mancata pulizia della nostra città non siamo in grado di arginare il fenomeno della indifferenza. Vorrei solo auspicare che riusciamo a svegliarci da questo sopore ed iniziamo ad imparare che la pulizia nella nostra città inizia da noi stessi.

Sebastiano ha detto...

Si sa che dalle nostre parti la segnaletica orizzontale è considerata da chi amministra le strade quasi un optional, qualcosa che non necessita di cure costanti, mentre in molte città del Nord situazioni come queste susciterebbero proteste da parte dei cittadini e articoli sui giornali, ma pensiamo che non per questo il Comune di Barcellona P.G. non debba aver cura come si deve delle nostre strade, almeno di quelle urbane. In proposito è opportuno ricordare che dalle analisi dei dati ISTAT sulla sinistrosità stradale, la distrazione o la indecisione risultano tra le cause più ricorrenti di incidenti. Numerosi sinistri stradali, infatti, derivano dall'assenza di segnaletica, dall'inadeguatezza della stessa rispetto alle condizioni della strada e del traffico, dalla sua tardiva o insufficiente percepibilità, dalla collocazione irregolare, dall'usura dei materiali o dalla mancata manutenzione, ovvero dall'installazione in condizioni difformi dalle prescrizioni del regolamento .

Sebastiano ha detto...

Barcellona P.G. :Auto abbandonate da anni"
„. Le autovetture abbandonate, oltre a privare i residenti di un possibile parcheggio sono anche portatrici di sporcizia e, di conseguenza, di degrado. Se poi ci aggiungiamo la mancanza di copertura assicurativa, perchè no, anche un pericolo. I veicoli abbandonati possono essere pericolosi per l'ambiente e per le persone, oltre che contribuire a creare un senso di degrado e di incuria del contesto urbano ove si trovano. Ecco perché è utile intervenire tempestivamente per controllare la situazione del veicolo e rimuoverlo. L'abbandono di veicoli privi di copertura assicurativa e talvolta di relitti, anche in aree pubbliche, è purtroppo una fenomenologia in aumento.

Informazioni personali

La mia foto
barcellona pg, messina, Italy
Questo blog non va considerato testata giornalistica: poichè i suoi post non vengono aggiornati con cadenza periodica e preordinata, non può costituire prodotto editoriale, ai sensi della legge n.62 del 7.3.2001. L'autore si dichiara non responsabile per i commenti ai vari post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non vanno addebitati all'autore, neppure quando vengono formulati da anonimi o criptati. Le immagini pubblicate, quando non sono di proprietà dell'autore, sono procurate con licenza di pubblico dominio o prese liberamente dalla rete. Nell’eventualità che qualcuna violasse i diritti di produzione, si pregano gli interessati di darne comunicazione a questo blog perché si provveda prontamente alla cancellazione.